La sfioraturaLa “sfioratura” consiste nella separazione degli stimmi, che costituiscono il vero e proprio zafferano così come si trova in commercio, dagli stami e dal fiore campanulato.

È un operazione eseguita per lo più da donne, le quali si siedono intorno a un tavolo al cui centro sono sparsi i fiori raccolti e lavorano pazientemente per diverse ore. Il lavoro deve essere ultimato entro sera, altrimenti lo zafferano rischia di guastarsi e il raccolto della giornata potrebbe essere compromesso. Per questo motivo, nei giorni di maggiore raccolta, le donne sono costrette a lavorare anche fino a notte inoltrata.

Una volta che gli stimmi sono stati divisi si passa alla fase dell’essiccazione.